commerciale@pelletmyfire.it | Area riservata  

Pellet MyFire®: l’Azienda che Scalda l’Italia

Pubblicato il da in Pellet

Produzione Pellet Italia

Nata a Gaeta nel 2012, la start up MyFire® è oggi un’impresa attiva nel trading, nel packaging e nella distribuzione in tutta Italia di wood pellet, i prodotti forestali diventati valida alternativa a basse emissioni degli altri combustibili per riscaldamento. L’importanza della certificazione di qualità.

All’inizio era nata come una sfida verso un mercato in crescita. Poi è diventata realtà nel corso del 2012, portando per la prima volta il mare e i porti al centro della movimentazione di materie forestali in arrivo via nave da nord America e Germania, e distribuite poi in tutta Italia grazie a una organizzazione capillare.

Il progetto puntava a fornire ai consumatori italiani un combustibile economico, altamente energetico e a basse emissioni come il wood pellet, sfruttando al contempo le potenzialità del porto di Gaeta, che negli ultimi 2 anni è stato allargato e reso accessibile anche alle navi di grandi dimensioni. E sono state proprio le navi di grandi dimensioni le prime ad attraccare in questo terminal portuale del basso Lazio, cariche di decine di migliaia di tonnellate di questo materiale, prodotto in Germania (pellet tedesco), negli Usa e in Canada.

Dall’idea alla sua attuazione sono passati pochi mesi e numerosi viaggi all’estero per incontrare partner e fornitori, con l’obiettivo di puntare su un prodotto di qualità distribuito dai retail più prestigiosi. In 3 anni la crescita è stata significativa, il progetto si è esteso in tutta Italia e il prodotto viene distribuito anche al nord, dai terminal portuali di Savona e Ravenna. MyFire® ha oggi una rete di 30 agenti e dà lavoro ad altre 10 persone. Il processo di produzione del pellet MyFire® inizia all’estero dalla lavorazione del legno, principalmente nei boschi del nord America. Tale materiale viene caricato su navi e trasportato nei porti di Gaeta (primo in Italia per movimentazione di pellet), di Ravenna e di Savona. Il pellet viene poi sbarcato dalle navi, immagazzinato nei warehouse presenti immediatamente a ridosso del perimetro portuale, confezionato tramite impianti di packaging altamente automatizzati e trasportato ai rivenditori presenti nel nord, nel centro e nel sud Italia. Tutto questo processo – e non solo il singolo pellet MyFire® – per la prima volta in Italia ha ottenuto la prestigiosa certificazione internazionale di qualità ENplus A1. Oltre a essere un’energia green a basso impatto ambientale, il pellet va anche incontro alle esigenze dei periodi di crisi consentendo un risparmio energetico per il riscaldamento domestico. Oltre alla passione e all’energia del personale MyFire®, lo sviluppo è stato reso possibile anche grazie ai finanziamenti e al solido supporto logistico di intergroup, altra azienda nata a Gaeta e oggi attiva in tutto il territorio nazionale con sedi nei porti di Civitavecchia, Savona e Ravenna.

Articolo tratto da “Il Quotidiano di Latina” di lunedì 24 novembre 2014